terra, lavoro e lealtà
verdecrudo agriturismo trentino biologico-radici

Maso Murari
Il nuovo capitolo di una storia secolare

Le tracce secolari del Maso Murari si perdono nel tempo. La famiglia contadina ha custodito la terra ripida attorno a casa per generazioni. Lembi di suolo tra un muro a secco e l’altro, la vita dura di montagna prima della modernità, poi il progressivo abbandono, accelerato dalla scomparsa di nonno Davide, ultimo di tanti a vivere di sola campagna. Il bosco lentamente si è ripreso il suo spazio. Trent’anni dopo il Maso vede nuovamente la sua terra coltivata. Mirtilli, lamponi, fragole e more, che qui crescono spontanee, sono le specie più indicate da coltivare, complice il terreno acido e l’altezza di 600m. Gli sbalzi termici tra il giorno e la notte, l’aria che scende dal monte ogni sera e la ricchezza di acqua sorgiva garantiscono la bontà dei frutti.

Anno dopo anno stiamo recuperando tutti gli antichi terrazzamenti mettendo a dimora i piccoli frutti e preparando gli orti. Il lavoro costa fatica, si coltiva ancora molto a mano ma i risultati ripagano di tutto. Non usiamo nessun prodotto di sintesi, nessun insetticida, nessun concime chimico. Produciamo meno ma buono.